272 - Giardini Aprile 2015

272 - Giardini Aprile 2015
272 - Giardini Aprile 2015
Editori: Logos Publishing
Codice Prodotto: GD.272
Disponibilità: In Magazzino
Prezzo: 3,60€ 1,80€
Pz:  
   - O -   
Disponibile anche nella versione digitale

I grandi arbusti di rododendro e le siepi di azalea stanno per sbocciare nell’incantevole giardino di Mount Stewart nel Nord dell’Irlanda e tra poco tutto sarà in fiore in un tripudio di primavera. Una meta perfetta in questa stagione, come suggerisce Enzo Valenti, autore del servizio. Passeggiando tra le aiuole, percorrendo il grande viale che porta all’arboretum proveremo le stesse emozioni di Lady Edith Londonderry, l’appassionata proprietaria che trasformò questa dimora in rovina in uno tra i giardini più belli del mondo.

Pianta vedette fotografata da Paolo Cottini è Indigofera, un genere di arbusti poco noto anche tra gli appassionati. La più conosciuta è Indigofera tinctoria dalle cui foglie si ottiene l'indaco. Esistono però altre specie, interessanti per l'utilizzo ornamentale, descritte da Eraldo Antonini.

Rita Paoli esperta coltivatrice di ortensie qui illustra due varietà simili a salvie: Hydrangea aspera e Hydrangea involucrata, poco diffuse nei giardini, sono particolarmente sensibili al sole del mezzogiorno e sono quindi adatte per zone ombrose di sottobosco.

Ideali per zone d’ombra anche le clematidi descritte da Massimo Mazzoni, per colorare con tinte leggere e delicate le zone poco luminose del giardino. Si può scegliere tra una grande quantità di cultivar: bianche per dare luce nella penombra, rosa per ingentilire i contrasti, striate per creare effetti particolari.

Elisa Benvenuti che coltiva salvie nel suo vivaio in Toscana, ha sperimentato la resistenza di alcune varietà rustiche che sopravvivono anche al freddo della Lucchesia e qui ne descrive le caratteristiche e le propone per i giardini del centro Italia.

Non è facile coltivare le peonie in vaso, scrive Giovanni Buffa, appassionato coltivatore di queste piante, esse infatti hanno radici voluminose e in breve soffrono per un vaso che diventa stretto. Per avere ugualmente abbondanti fioriture serve adottare alcuni accorgimenti e scegliere tra le varietà più adatte.

Un giardino dall’aspetto naturale, vuole piante spontanee, in grado di amalgamarsi con altre perenni senza essere invadenti, come le achillee. La più nota è A. millefolium che cresce spontanea in Italia. Ma ce ne sono molte altre, meno diffuse, interessanti sia per l'epoca di fioritura che per la resistenza alla siccità, ce le descrive Chiara Boni.

Sempre più importanza ora acquista l’angolo produttivo del giardino e per la nostra rubrica Coltivare sano, Eraldo Antonini dedica l’articolo all’agricoltura sinergica, una tecnica che ha lo scopo di creare una sinergia tra suolo e piante, come avviene spontaneamente in Natura dove l’uomo non è arrivato a creare squilibrio.

Per l’orto Antonio Lo Fiego illustra l’anguria di Faenza uno dei cocomeri italiani più dolci in assoluto e Giacomo Fiorini per il frutteto descrive l’uva ‘Baresana’, una tipicità pugliese molto adatta alla coltivazione familiare, con un acino particolarmente croccante che solo quest’uva ha.

Tags:

Logos Publishing © 2019 - P.IVA: 02313240364 - Strada Curtatona n.5/2 - 41126 Modena (MO) - ITALIA | REA Modena No. 281025 - C.S. 42.200 Euro

Giardini Store © 2019