271 - Giardini Marzo 2015

271 - Giardini Marzo 2015
Editori: Logos Publishing
Codice Prodotto: GD.271
Disponibilità: In Magazzino
Prezzo: 3,60€ 1,80€
Pz:  
   - O -   
Disponibile anche nella versione digitale

A marzo sulla costa svizzera del lago di Costanza, passeggiando nel parco del castello di Arenenberg dove il clima è sempre mite, tra secolari essenze arboree e bordure di bosso del giardino all’italiana già si respira un’aria nuova. Il parco, fotografato da Enzo Valenti, nasconde faggi, ontani, querce di oltre due secoli, maestosi cedri del Libano e splendide fioriture annuali che sbocceranno di qui a poco.

La pianta vedette scelta e fotografata da Paolo Cottini è una Liliacea, Calochortus una bulbosa per climi asciutti e caldi. Questa bella erba con petali simili ad ali di farfalla è adatta per giardini assolati, aridi, poco piovosi, come consiglia Eraldo Antonini che ne descrive le varietà e le tecniche di coltivazione.

Le bulbose sono piante ideali se vogliamo programmare la fioritura in un momento preciso dell’anno, perché loro sbocciano puntualissime. L’aiuola proposta questo mese da Maurizio Zarpellon sfrutta le specie a fioritura estiva che abbina ad arbusti tardivi così da creare angoli colorati sino all’autunno.

Per giardini a nord dell’Appennino dove gli inverni sono spesso rigidi, una pianta inusuale tra quelle autoctone la propone Elisa Benvenuti con le sue salvie delicate e poetiche, come Salvia nubicola, o colorate e spettacolari come Salvia involucrata.

Solo chi ha un giardino conosce l’emozione che si prova al mattino quando si esce a respirare la rugiada e scoprire le nuove gemme e i fiori sbocciati nella notte. E chissà che piacere nel giardino di Monica Cavina, appassionata coltivatrice di rose profumate! Nel suo articolo ce le descrive e sembra di annusarle: quelle rosa hanno un profumo delicato e soave, quelle color arancio o giallo una fragranza fruttata, quelle dai colori scuri un profumo persistente e penetrante…

Per l’orto, scrive un nuovo amico, Antonio Lo Fiego, responsabile della selezione e moltiplicazione delle sementi di Arcoiris, che propone il ‘Cannellino Verdino Umbro’ dalla buccia sottile, il sapore gradevole e l’elevata digeribilità; una pianta rustica, selezionata da una azienda biologica vicino a Perugia, che ben si presta per la coltivazione nell’orto familiare.

Per il frutteto, Stefano Bolognesi, del vivaio La Brina di Vaglia vicino a Firenze, racconta i curiosi agrumi australiani, insoliti frutti con indubbie qualità organolettiche, facili da coltivare in vaso.

E ancora per il frutteto, Ugo e Giacomo Fiorini del vivaio Belfiore di Signa, specializzato in frutti antichi, propongono un’interessante pesca, tipica della Sicilia orientale: ‘Sbergi’ piccola, dalla pelle liscia e la polpa chiara profumata e buonissima.

Da non perdere, l’articolo sulle piante endemiche di Lorenzo Peruzzi, del Dipartimento di Biologia dell’Università di Pisa , uno studio sulle piante presenti da sempre nel nostro territorio e in nessuna altra parte del mondo.

Tags:

Logos Publishing © 2019 - P.IVA: 02313240364 - Strada Curtatona n.5/2 - 41126 Modena (MO) - ITALIA | REA Modena No. 281025 - C.S. 42.200 Euro

Giardini Store © 2019