LA CONSERVA DELLA NEVE Roma 14 – 16 settembre 2018

di

  • Condividi
LA CONSERVA DELLA NEVE

La Conserva della Neve – XIV edizione
14 – 15– 16 – Settembre 2018
Villa Borghese – Parco dei Daini

La biodiversità e il paesaggio
Arte e architettura del paesaggio con l’obiettivo di far conoscere e diffondere il concetto di biofilia e biodiversità vegetale. Dal 14 al 16 settembre, all’interno del Parco dei Daini di Villa Borghese, torna il tradizionale appuntamento con La Conserva della Neve, arrivata alla sua sedicesima edizione, mostra-mercato florovivaistica che ospita esclusivamente vivai da collezione scelti tra i migliori del panorama italiano ed europeo. Personaggi internazionali tra artisti, studiosi e architetti del paesaggio, animeranno la kermesse che parla al mondo del verde, con oltre 120 espositori che arriveranno a Roma da tutto il mondo. Per due giorni il verde sarà protagonista:si potranno acquistare piante, trovare tutte le novità del settore e scambiare informazioni difficilmente reperibili nei circuiti tradizionali così da rendere questa manifestazione un evento unico in Italia e in Europa.
Quest’anno la manifestazione darà speciale rilievo al rapporto tra le arti e il mondo del verde con installazioni,conferenze e presentazioni di libri.
La manifestazione comprende anche visite guidate dal personale comunale ai Giardini Segreti per i visitatori della mostra.
Tutto ciò grazie alla passione e alla coraggiosa caparbietà delle sue socie fondatrici Maria Cristina Leonardi, Agronoma Paesaggista, e Lusi Nesbitt, Presidente dell’Associazione nonché Grande Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana.

Gli eventi collaterali
Conferenze e lezioni aperte si susseguiranno durante i due giorni e avranno luogo nel padiglione marocchino delle conferenze “Makhzen”, messo a disposizione dall’organizzazione della mostra e situato nel grande rettangolo di terra battuta al centro dell’area espositiva, fiancheggiato dalle installazioni paesaggistiche.

Conferenze e presentazioni di libri
Venerdì 14 ore 17,00 Alberta Campitelli,Storica dell’Arte e dei Giardini,svelerà un aspetto inconsueto di Villa Borghese presentando il libro di cui ha scritto la prefazione assieme a Valter Fabietti:“Atlante letterario di Villa Borghese. Ambientazioni della narrativa a Roma” di Fabrizio Bramerini. Il Parco storico più famoso di Roma e forse d’Italia è un luogo reale e bellissimo, ma è anche il set di tante scene immaginarie descritte dai grandi autori in libri famosi e meno noti: da Moravia ad Ammaniti,da D’Annunzio a Moccia,da Pasolini e Pirandello,da Garcìa Màrquez e Veltroni. Questo libro è una mappa di luoghi letterari,articolata nei 14 luoghi più noti della Villa e dei suoi dintorni (piazza di Siena,il Pincio lo Zoo..) costruita attraverso la raccolta ragionata di circa 300 tra le più belle citazioni tratte da oltre 200 romanzi o racconti di 130 autori,classificati in 8 diversi temi (amore,follia,svago,natura…)
Sabato 15 ore 11,30,conferenza “Dal segno alla circostanza : come si stanno muovendo la musica e l’arte oggi”. Anna Peyron titolare del famoso vivaio di rose antiche “Roses du temps passé” con un importante passato di gallerista ; Walter Branchi giardiniere e compositore, tra i maggiori esperti di Rose, esprimeranno,attraverso la loro esperienza artistica e di biofili,quale trasformazione debba avvenire oggi nell’arte. Per Walter Branchi nella musica l’opera d’arte non può più prescindere dall’ambiente in cui accade perché è dalla collaborazione con esso che trova la sua esistenza e completezza. Per Anna Peyron saper vedere, sapere riconoscere l’autentico dal fasullo, il mediocre dal capolavoro, riuscire a proporre e a far conoscere poesia, bellezza, valori é quanto accomuna un bravo gallerista a un buon vivaista. Il compito per entrambi è di fare cultura.
Sabato 15 ore 17,00, Esplorare il giardino come spazio poetico ed esistenziale è l’ambizione di “L’anima in giardino. Arti e poetiche del genius loci” che raccoglie le voci dei principali esponenti del pensiero del giardino contemporaneo. Filosofi, architetti, storici dell’arte, giardinieri… chiamati da Marco Martella a partecipare alla rivista francese da lui animata, «Jardins», della quale questo libro rappresenta una preziosa e inedita selezione antologica in lingua italiana. Testi, tra gli altri, di Hervé Brunon, Fernando Caruncho, Gilles Clément, Marina Fresa, Marco Martella, Pia Pera, Giuseppe Penone, Franco Maria Ricci, Franco Zagari. Il giardino, sia esso antico o moderno, principesco o operaio, utile o di piacere, nascosto o pubblico, è un laboratorio. Marco Martella dialogherà con Andrea Di Salvo. Domenica 16 ore 11,30 , Ancorati alle radici, gli alberi non si muovono. Si procurano da soli il nutrimento grazie alla clorofilla, trasformando l’energia solare in materia organica. Non hanno un cuore, due occhi o due gambe. Possiedono tessuti in perenne condizione embrionale, pronti a dare origine a tutti gli organi necessari. Sono virtualmente immortali. Forse per questo gli uomini, insoddisfatti della propria condizione, non hanno mai smesso di cercarli. Giuseppe Barbera, agronomo siciliano da sempre impegnato nella tutela dell’ambiente e del paesaggio ,esplora l’attrazione che gli esseri più evoluti del regno vegetale esercitano su poesia e letteratura dall’inizio dei tempi: dai poemi omerici, anzi dall’epopea di Gilgamesh, il primo uomo ad aver abbattuto un albero (per la precisione, un grande cedro cresciuto sulle montagne prossime all’Eufrate) e ad aver avviato con i suoi colpi d’ascia il disboscamento che, complice un inaridimento climatico, ha portato alla fine della civiltà mesopotamica. Un senso di leggerezza e di pace percorre il lettore di Abbracciare gli alberi ,un libro che cambia il modo di stare nel mondo. Giuseppe Barbera dialoga con Rita Biasi.

Installazioni
Per la XVI edizione de La Conserva Della Neve, il collettivo artistico The Orange Garden propone due installazioni nel grande rettangolo di terra battuta. Concepiti appositamente per la Conserva, questi progetti mettono in discussione i diversi modi di relazionarsi con la natura e mirano ad avanzare la nostra percezione della biodiversità. Spazio AH di Costanza Chia, consiste in una zona delineata da drappi che raffigurano paesaggi ed ecosistemi fantastici ispirati dall’energia della terra. Il pubblico avrà l’opportunità di entrare in questo spazio e partecipare ad una meditazione guidata dall’artista. Quest’atto performativo ha lo scopo di risvegliare l’energia vitale nell’individuo ed in concomitanza con una riflessione interiore di quest’ultimo, mira a generare un senso di unione con tutto ciò che ci circonda. Attraverso quest’esercizio i partecipanti avranno la possibilità di rivalutare l’ambiente circostante, stimolare la percezione sensoriale e approfondire la loro consapevolezza dello stato del nostro ambiente. Queste sessioni si svolgeranno due volte al giorno per l’intera durata della fiera. Nei momenti intermediari lo spazio potrà essere utilizzato come luogo di riposo e riflessione. Lo Stormo di Eleanor Begley è composto da agglomerati di oggetti fabbricati in grande scala e da readymade di piccole dimensioni trovati all’interno di Villa Borghese e zone circostanti. Queste configurazioni sono ispirate alle strutture create dagli uccelli- pergola collezionando fiori e oggetti colorati,componendoli e riorganizzandoli in base al loro colore. Creando questi piccoli ecosistemi l’artista mette in discussione i meccanismi di comprensione e percezione della biodiversità. Raccogliendo ed assemblando oggetti scartati assieme a materiali organici, l’artista mira ad evocare una riflessione sulla molteplicità del proprio ecosistema trasformando oggetti nocivi in oggetti informativi.

Attività ludiche e formative

Tra le associazioni presenti alla mostra,sono particolarmente coinvolgenti le iniziative proposte dall’Associazione Nazionale Donne dell’Olio e dall’U.M.A.O.
l’Associazione Nazionale Donne dell’Olio con l’Associazione Olio di Puglia Dialoghi Fluidi, nel pieno rispetto delle proprie mission, hanno ideato e sviluppato una serie di giochi che permetteranno di capire come sia facile e
divertente mettere alla prova le proprie capacità, avvicinandosi all’affascinante mondo dell’olio. Olio come ingrediente, come esperienza olfattiva e gastronomica, ma anche come esperienza meramente ludica che si propone di far conoscere ai piccoli e i grandi del pubblico a concetti, terminologia, odori tipici dell’olio.Esperienze che possono essere percorse nella loro interezza o che possono essere fruite in singole tappe. L’attività ludico-formativa viene svolta in gruppo o come esperienza individuale.
Le GiocOliere vi aspettano presso il proprio spazio espositivo:
Venerdì 14 dlle ore 16,00 alle ore 18,
Sabato 15 dalle 10 alle ore 13 e dalle ore 16 alle 18 e
Domenica 16 settembre dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 17.30. Prenotazioni in loco
Quest’anno l’U.M.A.O. (Unione Mediterranea Assaggiatori Olio) da sempre attenta alla corretta alimentazione, durante la manifestazione,accanto alla continue informazioni sugli oli extravergini, darà una dimostrazione di alcuni corsi di assaggio che organizza presso la sua sede di Via Ardeatina, 524 con degustazioni guidate per conoscere i segreti e le virtù di alcuni prodotti, in particolare:
Venerdì 14 ,ore 16,30 Minicorso di assaggio olio extravergine di oliva – Quando un olio EVO è buono fa anche bene
Sabato 15,ore 11,30 Minicorso di assaggio del formaggio-luoghi comuni da sfatare – Un concentrato di proteine nobili del latte
Ore 16,30 Mini corso di assaggio di olive da tavola In una piccola drupa un patrimonio di gusto e benessere
Ore 17,30,Avere naso: che senso!! Gioco sensoriale Chiunque può cimentarsi per ricon oscere sostanze e prodotti attraverso l’olfatto.
Domenica 16 ,ore 11,30 Minicorso di assaggio del cioccolato Non sempre le cose buone fanno male…
Ore 16,30 Minicorso di assaggio dell’olio vergine Impariamo a riconoscere gli oli extravergini che hanno fatto conoscere le eccellenze italiane.
Ore 17,30 Avere naso: che senso!! Gioco sensoriale Chiunque può cimentarsi per riconoscere sostanze e prodotti attraverso l’olfatto.
Alla Conserva della Neve il progetto Mediterranea,vivaio specializzato in piante mediterranee riqualificando professionalmente un gruppo di rifugiati e richiedenti asilo, presenterà al pubblico romano il suo esclusivissimo cocktail. Ovviamente si chiama “mediterranea” e sarà offerto dalle 17 in poi per i tre giorni della manifestazione in cambio di sostegno al progetto!La ricetta del cocktail per ora è segreta, venite a scoprirla e ad assaggiarla! Sali e Zuccheri aromatizzati La chef Stefania Barzini sarà presente allo stand di Mediterranea per alcuni brevi laboratori culinari in cui si impareranno nuove originali ricette per insaporire i nostri piatti. Con lei prepareremo tanti diversi sali e zuccheri aromatizzati con frutta ed erbe aromatiche. Venerdì 14 settembre dalle 16.00 alle 17.00 Sabato 15 settembre dalle 11.00 alle 12.00 Domenica 16 dalle 11.00 alle 12.00 Costo di partecipazione: 15 euro (incluso una confezione di sale o zucchero aromatizzato)

Ristoro
Il team di arboricoltori formatori Arborverde terrà workshop e micro seminari sulla potatura degli alberi ornamentali,da frutto e olivi. Le tematiche trattate riguarderanno: la potatura degli alberi ornamentali e la conduzione delle buone pratiche – la corretta piantagione del giovane albero nel proprio giardino – tante buone ragioni per non capitozzare un albero – la potatura dell’Olivo da produzione – coltivare Gli agrumi in vaso – utensili da potatura: consigli sulla tipologia adatta all’utilizzo. Gli orari: da Venerdì 14 a Domenica 16 mattina ore 10,30 e ore 11,30 – pomeriggio ore 16,30 e ore 18,00
Per tutta la durata della mostra, un Garden Tutor metterà a disposizione del pubblico la propria consulenza gratuita volta principalmente alla risoluzione di problemi legati alle malattie delle piante e alla loro scelta e cura.
Il pubblico più giovane potrà cimentarsi nel treeclimbing, tecnica principalmente impiegata per eseguire operazioni di potatura, abbattimento, consolidamento o ancoraggio di piante d’alto e medio fusto, sostenuto dai bravissimi membri di Ecologistica.
I più creativi ,grandi e piccoli, potranno partecipare allo spazio ludico artistico “Il cantiere dei sogni” con giochi in legno proposti da Marco Faramelli.
Romana Giardini ,metterà a disposizione laboratori in cui i più piccoli potranno conoscere la tecnica del rinvaso delle giovani piante da orto e aromatiche. La libreria itinerante per ragazzi Ottimomassimo proporrà attività adatte ai più giovani : Punto di lettura : sarà a disposizione delle famiglie e i libri saranno tutti a disposizione di chi vuole sfogliarli e leggerli. Bibliografia a tema e mostra di libri: sarà a disposizione del pubblico una selezione di libri a tema per la manifestazione. Letture ad alta voce : Le libraie proporranno una serie di letture che si ispirano alle tematiche del verde, una lettura la mattina una il pomeriggio. Ogni lettura può ospitare anche 30 bambini. Laboratorio continuo : la libreria può allestire un tavolo con un laboratorio continuo che i partecipanti creeranno passando e fermandosi 10 min in qualsiasi momento.
L’Associazione per le Unità di Cura Continuativa Moby Dik,proporrà attività divulgative con materiale illustrativo/informativo per far conoscere la mission associativa e attività ludiche per bambini e adulti quali: preparazione e decorazione di mascherine a tema botanico e faunistico; attività di gioco con premio finale; laboratorio sul riciclo : illustrazione di riciclo creativo di carta e plastica.
L’ eccellente punto ristoro Giorgio Antonini sarà a disposizione dei visitatori della mostra.

Visite ai Giardini Segreti
Come nelle passate edizioni, il pubblico potrà effettuare visite guidate della Cooperativa A. L. I. C. E. ai Giardini Segreti previa prenotazione alle biglietterie.
Di seguito gli orari :
gruppi max di 25 persone,min di 10:
sabato e domenica mattina: ore 10,00 ed ore 12,00
sabato e domenica pomeriggio : ore 15,00 ed ore 17,00.
Costo biglietto €4,00

La Conserva della Neve – filosofia
La Conserva della Neve è un’Associazione culturale che promuove e organizza l’omonima manifestazione culturale, allo scopo di far conoscere al pubblico italiano e straniero le nuove forme di arte e architettura del paesaggio e diffondere il concetto di biofilia e “biodiversità” vegetale. Oltre a questa finalità, l’Associazione ha posto uguale interesse verso tutte le attività e creazioni rivolte al mondo del verde e del paesaggio sottolineando il valore di figure professionali quali ricercatori, studiosi, architetti del paesaggio, agronomi, associazioni, artisti, scrittori, a cui ha sempre dedicato un posto di primo piano.
L’importanza culturale e divulgativa della manifestazione è ampiamente dimostrata dalla sempre maggiore affluenza di pubblico soprattutto giovane in particolare studenti in Scienze Agrarie, Scienze Forestali, Architettura del Paesaggio, scolaresche, ma anche dalle famiglie e dai numerosi appassionati del verde, sia amatori che professionisti. Dalle 3.000 presenze della I edizione nel 2002 si è giunti a 15.000 visitatori nel 2017. La manifestazione ha contribuito in questi anni all’attuazione in Italia di nuovi vivai specializzati, è riuscita a sostenere la creazione di fondazioni scientifiche per la salvaguardia della biodiversità vegetale di specie appartenenti al nostro territorio nazionale e a coadiuvare le associazioni internazionali che operano soprattutto nei paesi in via di sviluppo per promuovere un’agricoltura sostenibile, migliorare la qualità della vita quotidiana, valorizzare i saperi tradizionali, fare economia.

Info Utili
Orari: dalle 9.00 alle 19.30
Biglietto: € 6.00 – (ingresso gratuito per i bambini fino ai 13 anni)
Ingressi : Via Pietro Raimondi e Viale Dell’Uccelliera (Villa Borghese)
Parcheggio visitatori:
si consiglia il Parking Villa Borghese – livello 2 dove trovare macchinine elettriche a pagamento per raggiungere l’esposizione
Segreteria Organizzativa:
M: info@laconservadellaneve.it
T:+39 349 1922313 – 347 1782409
Sito de La Conserva della neve :
www.laconservadellaneve.it
la mostra si può visitare anche su fb

Logos Publishing Srl - P.IVA e C.F. 02313240364 - REA Modena No. 281025 - C.S. 42.200 Euro
strada Curtatona n.5/2, 41126 Modena (MO), Italia