Piante d’appartamento: Aglaonema treubii

di

  • Condividi


 

Una pianta d’appartmento dalle foglie variegate molto appariscenti

Il genere appartenente alla famiglia delle Araceae che annovera circa 50 specie sempreverdi originarie delle foreste tropicali dell’Asia orientale, quasi tutte con foglie variegate e sfumature grigie e bianco-panna.

Aglaonema fiorisce in estate con delle infiorescenze bianche o gialle composte da uno scapo fiorifero centrale avvolto da una brattea (spata) di circa 5 cm. Dopo la fioritura alcune varietà sviluppano bacche dai colori accesi e vivaci.

Coltivazione

Aglaonema predilige un clima caldo e umido: la temperatura dell’aria e del terriccio non dovrebbe mai scendere al di sotto dei 15-18° C.

Irrigazione – Nel periodo di sviluppo è consigliabile annaffiare la pianta con regolarità, oppure immergere il vaso nell’acqua lasciando che il terreno si inumidisca.

Concimazione – Può essere effettuata da aprile ad agosto con una soluzione nutritiva liquida e non calcarea ogni 10 giorni.

Rinvaso – Marzo e aprile sono i mesi ideali per il rinvaso: le radici carnose devono essere pulite dal vecchio substrato e interrate in terriccio universale alleggerito da perlite o torba. È opportuno rinvasare gli esemplari più vecchi soltanto ogni 2-3 anni.

Malattie – Tra i parassiti più comuni di questa pianta vi è la cocciniglia; un’esposizione a luce eccessiva o l’aria secca possono invece favorire infestazioni di acari.

Come per molte piante, la primavera è il periodo migliore per la propagazione della Aglaonema: stacchiamo i germogli basali con 3 o 4 foglie e piantiamoli in un vaso contenente torba e sabbia grossolana in parti uguali; chiudiamo il tutto in un sacchetto di plastica posto in un luogo mediamente illuminato: la piantina dovrebbe radicare in circa 8 settimane.

(Disegni di Daniela Baldoni)

Logos Publishing Srl - P.IVA e C.F. 02313240364 - REA Modena No. 281025 - C.S. 42.200 Euro
strada Curtatona n.5/2, 41126 Modena (MO), Italia